x

Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo - Santa Teresa di Riva

 Vivo qui
0
 Visitato
0
 Ci andrò
0

Religioso, Storico

È ubicata nella zona meridionale del paese, nel quartiere Ciumaredda Porto Salvo. Nel 1763, un bastimento mercantile, in navigazione dinnanzi allo specchio di mare antistante a Santa Teresa di Riva, incappava in una poderosa tempesta di scirocco e levante. Il capitano della nave, temendo per la propria vita e per quella dei suoi marinai, affidò la sua preghiera disperata alla Santa Vergine di Porto Salvo affinché non fossero travolti e spazzati via dal tifone. La preghiera venne ascoltata, e inspiegabilmente, la nave si trovò fuori dal pericolo. Al fine di ringraziare la Madonna per la grazia ricevuta, due anni dopo, il capitano del mercantile, sul litorale antistante allo specchio d'acqua in cui il miracolo si era verificato, fece innalzare una chiesetta dedicandola a Santa Maria di Porto Salvo. Il terreno su cui venne edificata la chiesetta era di proprietà di Pietro Ardoino La Rocca conte di Quintana e Marchese di Roccalumera e Floresta, per cui, quest'ultimo ne divenne il proprietario.
Nel 1854, divenuto il comune di Santa Teresa autonomo da Savoca, la chiesa divenne di diritto pubblico venendo altresì ampliata. Con bolla dell'Arcivescovo di Messina Giuseppe Guarino, datata 18 agosto 1886, la chiesa di S.Maria di Porto Salvo fu resa filiare della chiesa parrocchiale ed arcipretale della Madonna del Carmelo sita nel quartiere Bucalo.
Nei primi anni trenta ci si rese conto che la vecchia chiesetta settecentesca non era più adatta alle esigenze della popolazione in continua crescita; si mise mano al progetto per l'edificazione dell'attuale chiesa parrocchiale che venne redatto, nel 1932 dall'ing. Vincenzo Salvadore (1890-1974) (all'epoca Podestà di Messina), professionista santateresino conosciuto e stimato anche a livello nazionale. Purtroppo a causa di varie peripezie e dell'inizio della seconda guerra mondiale, i lavori di costruzione partirono solo nel 1952. Nel frattempo, il 31 dicembre 1942, la chiesetta era stata eretta a parrocchia autonoma dall'arcivescovo Angelo Paino e don Paolo D'Agostino (1915-2007) (cappellano gia dal dal 1939) ne divenne il parroco fino al 1948.
Come appena detto, l'attuale edificio sacro venne edificato, su progetto dell'ing. Salvadore, vicino al sito ove sorgeva la vecchia chiesetta del 1765, su un terreno di circa 1.000 m² venduto dalle sig.re Carmela Caminiti, Maria e Giovanna Velardi nel 1947. La nuova chiesa di Portosalvo venne solennemente consacrata l'11 febbraio 1958, alla presenza delle più alte cariche religiose, civili e militari. È di stile neo-romanico a croce latina con unica navata. Conserva al suo interno un pregevole mosaico, realizzato sul catino dell'abside, raffigurante Cristo Pantocratore, eseguito nel 1995 dalla ditta Mosaici e Vetrate d'Arte Michele Mellini di Firenze. Detto mosaico ha ricoperto il preesistente affresco dell'Incoronazione della Vergine Maria dipinto da Ignazio Pagano nel 1958 e danneggiato dall'umidità. Da non dimenticare la pregevole statua in legno e cartapesta della Madonna di Porto Salvo scolpita a metà del XIX secolo da ignoto autore leccese. Di grande espressività risulta il grande Crocifisso ligneo che troneggia nell'abside sopra l'altare principale, è del 1840 circa.
La chiesa conserva altresì quattro grandi e pregevoli tele ad olio eseguite dall'artista santateresino arch. Giuseppe Bonarrigo, la prima, del 2008, raffigura Santa Teresa d'Avila, la seconda, del 2009, raffigura santa Maria tra i santi messinesi (san Placido, santa Eustochia e sant'Annibale Maria di Francia) con sullo sfondo un panorama del porto e della città di Messina; la terza, del 2013, rappresenta santa Lucia da Siracusa in carcere; la quarta del 2014, riproduce l'apparizione del Sacro Cuore di Gesù a Santa Margherita Maria Alacoque.
Pregevole risulta l'altare marmoreo laterale dedicato a Santa Maria di Porto Salvo che ospita l'ottocentesco simulacro mariano; questo altare, ideato dal parroco don Roberto Romeo è stato inaugurato il 16 novembre 2013. La chiesa conserva pure un antico quadro, della seconda metà del XIX secolo, che raffigura santa Maria di Porto Salvo. Tale quadro, la terza domenica di novembre viene portato dai fedeli in processione fino alla vicina spiaggia per invocare la protezione divina su tutti i marinai. Degni di nota risultano: la statua della Madonna Addolorata, l'Ecce Homo ed il Cristo Morto; tali simulacri (detti anche "varette"), realizzati nella prima metà del XIX secolo, vengono portati in processione in occasione del venerdì Santo. L'edificio sacro è stato oggetto di un importante intervento di restauro tra il 2006 ed il 2007; si è infatti proceduto al rifacimento del tetto e degli interni, nonché degli intonaci esterni. Nel 2012 è stato effettuato il rifacimento del prospetto principale, con la rimozione dell'ampio orologio installato sopra l'ingresso principale e la successiva installazione del monogramma mariano, opera in terracotta realizzata dall'artista Domenico Salemi da Savoca. Il 29 luglio 2012, dopo 54 anni dalla sua consacrazione, alla presenza del Vescovo di Messina Calogero La Piana, del clero locale e delle autorità civili e militari cittadine, si è svolta la solenne dedicazione del tempio a Santa Maria di Porto Salvo, di tale importante evento ne conserva memoria una lapide marmorea incisa per l'occasione.
Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Santa_Teresa_di_RivaInserito da Alfredo Petralia   

+ Inserisci info
Foto

Foto

+ Inserisci foto
Inserisci la prima recensione!
REGISTRA LA TUA STRUTTURA
REGISTRA LA TUA STRUTTURA
SU
ETNAPORTAL.IT

Immagini storiche - Savoca

 

Castello di Capo Sant'Alessio

 

Torre dei Saraceni di Santa Teresa di Riva

 


Scopri altre risorse
+ Inserisci risorsa

Chiesa Madre di Maria SS.ma del Rosario

 

Chiesa di Santa Maria Assunta e San Giuseppe

 

Chiesa di San Francesco di Paola

 


Scopri altre risorse
ATTIVITA' COMMERCIALI NELLE VICINANZE

Seguici su       






Caricamento...

Visualizza sulla mappa

Vicino me

Visualizza sulla mappa

Mappa

Cambia lingua